Gestione dei contatti per newsletter & mailing list: chiara e conforme al RGPD

Con rapidmail, potete sfruttare una vasta gamma di opzioni per importare, organizzare e gestire i vostri elenchi di contatti per l'invio di newsletter, garantendo così un rapporto professionale e duraturo con il vostro pubblico di riferimento, nel pieno rispetto della protezione dei dati.

Provalo ora gratis
Cosa dicono di noi i nostri clienti
5 stelle
Bettina
sulle OMR Reviews

Configurazione dell'account estremamente rapida.

Con pochi clic, ho importato facilmente gli elenchi di contatti, inclusi quelli del mio negozio online.

5 stelle
Matthias
sulle OMR Reviews

Gestione semplice dei contatti.

Le newsletter possono essere create e inviate rapidamente e facilmente ai singoli segmenti dell'elenco dei contatti con pochi clic.

5 stelle
Helga
sulle OMR Reviews

Il software per newsletter piu cool.

L’importazione degli indirizzi email dal nostro database è sempre facile, anche per la creazione, pianificazione e invio delle newsletter serve pochissimo tempo.

Organizzate i contatti
della votra newsletter in modo semplice e chiaro

Elenchi di contatti conformi all'RGPD

Gestione dei contatti
conforme alla protezione dei dati

La protezione dei dati è la nostra massima priorità: tutti i dati dei contatti sono trattati in conformità al RGPD. Con il nostro partner esterno per la protezione dei dati Keyed, controlliamo tutti gli aspetti rilevanti, affinché possiate concentrarvi sul vostro marketing tramite email.

check-double

Double opt-in
automatico

privacy

Eliminazione dei dati
conforme al RGPD

file-no-access

Blacklist
influisce sugli elenchi

Importazione ed esportazione
i dati dei contatti semplice

Caricate facilmente i vostri contatti da file CSV, Excel e TXT oppure tramite copia e incolla direttamente in rapidmail. Inoltre, potete scaricare gli elenchi di contatti, inclusi tutti i dettagli in essi contenuti, in modo rapido per utilizzarli con altri strumenti.

text-2

Campi personalizzati
per i contatti

loop

Sincronizzazione facilitata
dei contatti dello shop

Suddivisione dei contatti
in segmenti per mailing mirati

Poiché non tutti i destinatari hanno gli stessi interessi o comportamenti d'acquisto, suddividete i vostri elenchi di destinatari in segmenti con rapidmail e inviate contenuti di newsletter mirati.

tags-stack

Gestione identificatori
per i contatti

check-list

Domande sugli interessi
al momento della registrazione

Provalo ora gratis

Domande più frequenti

Quando aggiungete i contatti al software per le newsletter, prima dell'importazione accertatevi che il file dei contatti sia formattato correttamente e che siano incluse tutte le informazioni importanti. In rapporto al numero di gruppi target che si desidera raggiungere con il marketing tramite newsletter, un buon metodo è usare un grande elenco di contatti oppure creare un elenco di destinatari separato per ciascun gruppo target. Nell’ambito di un elenco di destinatari, si possono creare diversi segmenti specifici, suddividendo i contatti ad esempio in base al luogo di residenza, alla fascia d'età o ad altre informazioni salvate nei campi extra. Si possono anche raggruppare i contatti assegnando specifici identificatori chiave (tag). Risulterà quindi possibile inviare a ciascun gruppo contenuti che rispecchino gli interessi ed abitudini specifici. Un contatto può presentare diversi stati riguardo al destinatario. Nell'account della newsletter esso può risultare: attivo (con Double Opt-in confermato), non confermato (Double Opt-in non ancora confermato), respinto (recapito non andato a segno, in questo caso, rimbalzo, bounce), indesiderato (se contrassegnato come spam) o cancellato. Con rapidmail potete filtrare e visualizzare i vostri contatti in base al loro stato, avrete così sempre una visione d'insieme aggiornata e completa.

Se gli iscritti si cancellano dalla vostra newsletter, non vogliono ricevere altre email da parte vostra. Con rapidmail in tale caso lo stato del contatto cambia da «attivo» a «cancellato». I dati personali come il codice postale o la data di nascita vengono cancellati, mentre l'indirizzo email rimane salvato nell'elenco dei contatti come «cancellato». In tal modo, al successivo invio della newsletter, non sarà inviata alcuna email a questo indirizzo. Dall'entrata in vigore del RGPD, anche i contatti registrati alle newsletter hanno il cosiddetto «diritto all'oblio»: I vostri contatti possono richiedere che voi, come mittenti della newsletter, rimuoviate dal vostro sistema, eliminandoli, i loro dati personali salvati, compreso il loro indirizzo email. Riguardo a tale diritto, nel software di rapidmail è disponibile anche la funzione «Cancellazione e oblio in conformità al RGPD UE». Sul nostro blog trovate maggiori informazioni come eseguire la cancellazione della newsletter in conformità con il RGPD.

In base al regolamento RGPD, i destinatari della newsletter hanno il diritto di revocare il proprio consenso a ricevere le email in qualsiasi momento. Tutti i destinatari registrati devono quindi avere la possibilità di cancellarsi dalla newsletter in qualsiasi momento. Un link di cancellazione nella newsletter è la via più semplice e sicura per dare la possibilità ai vostri contatti di cancellarsi dalla newsletter secondo le norme sulla protezione dei dati.

Dans le cadre de l'envoi de newsletters, un « bounce » est un terme générique désignant tous les emails envoyés qui n'ont pas pu être remis à leur destinataire. Il faut faire la différence entre une erreur temporaire, par exemple parce que la boîte de réception était pleine (il s'agit alors d'un «soft bounce»), et une erreur permanente, par exemple parce que l'adresse e-mail n'existe plus (on parle alors de «hard bounce»). Avec rapidmail, les hard bounces sont automatiquement supprimés de vos contacts actifs et classés dans la catégorie «bounce». Cela permet d'éviter d'écrire plusieurs fois à de fausses adresses email, ce qui pourrait nuire sur le long terme à votre bonne réputation d'expéditeur de newsletters. Cela pourrait à son tour avoir des répercussions négatives sur la délivrabilité générale de votre newsletter. C'est pourquoi il est très important d'éliminer immédiatement les adresses bouncées (en cas de hard bounces).

Potete provare un ultimo tentativo per riattivare l'interesse dei contatti inattivi della newsletter e trasformarli in destinatari attivi. Utilizzando la funzione di segmentazione di rapidmail, è possibile filtrare automaticamente tutti i contatti inattivi e inviare loro un'email di riattivazione. Potete cercare di stimolare l'interesse offrendo codici sconto, promozioni come «paga 1 e ricevi 2», o la spedizione gratuita. Se i destinatari della newsletter non rispondono, è consigliabile rimuovere i contatti dalla lista.

L'opzione di inserire nella blacklist gli indirizzi email dei vostri contatti o i loro domini è più sicura e affidabile della semplice cancellazione dalla newsletter: L'inserimento nella blacklist garantisce che non si scriva più a destinatari che non desiderano ricevere le email. Inoltre, è molto consigliabile utilizzare la blacklist specialmente nel caso si usino diversi elenchi di destinatari o se si creano regolarmente nuovi elenchi di contatti per l'invio di newsletter. Ciò può servire per evitare che si invii involontariamente e senza un consenso, ai destinatari già cancellati, qualora gli indirizzi email siano attivi anche in altri elenchi. Le blacklist, nell'ambito del marketing via email, contribuiscono quindi all’invio di newsletter conformi alla legge.

Conformità al regolamento RGPD / Server con sede in Europa / Keyed: partner esterno per la protezione dei dati